Pin It

ddl concorrenza1Ieri pomeriggio, l'Aula di Montecitorio ha espresso il suo voto finale sul testo completo del ddl Lorenzin sulla riforma degli Ordini professionali e le sperimentazioni cliniche, approvandolo con 215 voti a favore, 114 contrari e 39 astenuti. Il provvedimento ora passa al Senato per l'ok definitivo. Il testo prevede la riforma della sanità partendo dal riordino degli ordini professionali, l'inasprimento delle pene per l'esercizio abusivo delle professioni sanitarie, la riorganizzazione della sperimentazione clinica, fino all'introduzione dell'aggravante per i reati commessi contro persone in stato di ricovero.

Lorenzin: "è un ddl molto importante perché affronta alcune questioni vitali per la sanità ma anche per la ricerca scientifica nel nostro Paese"

"È un'ottima notizia per il mondo della sanità e della ricerca – ha commentato il Direttore Generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco, Mario Melazzini-. Il provvedimento introduce delle novità fondamentali, attese da anni, che hanno il merito di allineare il Paese con il resto d'Europa e con le realtà più avanzate a livello mondiale in materia di sperimentazioni cliniche". "La creazione di un centro di coordinamento dei comitati etici presso Aifa – ha aggiunto Melazzini - la razionalizzazione e riduzione di quelli esistenti e l'introduzione di procedure standard sono elementi di assoluta innovazione". "Con questa normativa si mettono a disposizione del sistema della ricerca pubblica e privata delle nuove armi per competere alla pari a livello internazionale e produrre ricerca di qualità sempre più elevata, creando valore aggiunto per i pazienti e per tutta la filiera della ricerca" ha concluso Melazzini.

"Finalmente dopo quattro anni questo ddl che porta il mio nome – ha dichiarato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin - è stato approvato anche alla Camera. È un ddl molto importante perché affronta alcune questioni vitali per la sanità ma anche per la ricerca scientifica nel nostro Paese. Si affronta la questione della sperimentazione clinica ma anche della medicina di genere e si affrontano temi molto sentiti che riguardano l'abusivismo sanitario. C'è anche il rafforzamento delle norme penali contro chi compie abusi nelle residenze di anziani o disabili". "E poi – ha continuato Lorenzin - c'è una parte molto significativa del ddl che affronta dopo 70 anni la riorganizzazione degli ordini professionali e che riconosce nuove professioni sanitarie". "Oggi –ha concluso - siamo in dirittura finale, manca l'ultimo passaggio al Senato ma spero che tutto possa avvenire in serenità anche per poter dare prima della fine della Legislatura una serie di decreti attuativi molto attesi". 

©Redazione

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


unisalento         avis